giovedi' 18 ottobre 2018
Area riservata
Contattaci
Aggiungi ai preferiti
Fanosport.net
|     22:41:53 - L'ALMA REGALA UN TEMPO E PERDE A TERAMO     | |     20:07:36 - TERAMO-ALMA: I CONVOCATI DI EPIFANI E MAURIZI     | |     09:23:00 - FANO RUGBY CORSARO     | |     09:14:55 - PANCHINE CALDE: CAMBIO A TERAMO E RENATE     |
IL GRANDE GIORNO DELLA COLLEMAR-ATHON
Al via oltre 1700 partecipanti tra cui americani, un indiano ed il sindaco Seri
Oltre mille, 1.018 per l’esattezza, quelli che partiranno da Barchi. Più di 500 quelli che si ritroveranno invece a Mondolfo. A questi, atleti più o meno agonisti, vanno aggiunti gli oltre 50 amatori dell'Anwi Fano che come ogni anno si cimenteranno nei vari percorsi nelle disciplina Nordic Walking e Fit Walking, gli studenti della scuola Padalino che effettueranno la parte iniziale e finale del percorso e gli iscritti dell’ultimo minuto che solitamente arrivano sempre.
 

In totale saranno quindi oltre 1.700 i partecipanti alla ColleMar-athon 2018, l’unica Maratona delle Marche che quest’anno si sdoppia con un percorso di 21, 097 chilometri (mezza Maratona Mondolfo-Fano) che va ad aggiungersi ai classici 42,095 chilometri che da Barchi porteranno il serpentone umano fino alla Rocca Malatestiana di Fano attraversando i borghi storici di Mondavio, Orciano, San Giorgio di Pesaro, Piagge, Cerasa di San Costanzo e San Costanzo.

Una Maratona che negli anni ha saputo coinvolgere interi territori valicando i confini nazionali, come confermano le tante presenze straniere: domani saranno 40 in rappresentanza di Albania, Olanda, Gambia, Repubblica Ceca, Russia, Algeria, Ucraina, Marocco, Austria, Argentina, Belgio, San Marino, Inghilterra, Stati Uniti, Romania ed addirittura India. Quattro continenti rappresentati per un evento che, come detto più volte, non è solo sport ma anche turismo e cultura.

A tal proposito oggi, alla vigilia, nella Sala della Concordia del Comune di Fano, è stata ricevuta la delegazione a stelle e strisce (8 accompagnatori + 5 podisti) proveniente da Chattanooga (Tennesse), località con cui da tempo esiste un rapporto di gemellaggio con la ColleMar-athon, evento inserito già dal 2017 tra le 12 manifestazioni sportive regionali più importanti che fanno da traino per lo sviluppo del territorio e del turismo e nel 2018 riconosciuta tra gli eventi di maggior prestigio della Regione Marche.

Gli americani sono stati in visita al liceo Nolfi/Apolloni e rimarranno a Fano fino a lunedì.

Tra i partenti ci sarà anche il sindaco di Fano, Massimo Seri, che percorrerà la distanza della mezza maratona, grande novità di quest’anno che ha fatto tornare nel circuito anche il Comune di Mondolfo.

Da una novità all’altra come l’arrivo che per la prima volta sarà alla Rocca Malatestiana (dal quale domenica mattina alle 9 un megaschermo trasmetterà le due partenze in contemporanea) fulcro di tante attività collaterali come il pasta party biologico di sabato sera, il concerto jazz e le attività per i bambini.

E a proposito di novità e musicaquest’anno la ColleMar-athon si arricchisce di un ulteriore elemento distintivo grazie ad Avis Fano che su richiesta del comitato organizzatore, presieduto da Annibale Montanari,  renderà il tragitto fanese più coinvolgente ed aggregante per il pubblico e per i numerosi parenti dei maratoneti e meno faticoso per i partecipanti attraverso diversi punti musicali in prossimità di monumenti ed attività ricettive dove suoneranno e canteranno la Borghetti Bugaron Band in collaborazione con ADMO (Associazione Donatori Midollo Osseo), la scuola di musica Age Rodolfo Bramucci, DJ Gabriele e Dj Giacomo Bertozzini dell'Associazione Fano Music Story.

Oltre all’aspetto musicale, Avis sarà presente come sempre col progetto Pacer che vedrà 20 podisti donatori Avisini, riconoscibili con palloncini, canotta gialla e la scritta "Vivi il lato sano dello Sport, correre fianco a fianco degli altri runner dando alla manifestazione quel tocco di colore in più.

In totale saranno oltre 500 i volontari che daranno il loro contributo alla kermesse in rappresentanza di12 Proloco, 19 associazioni sportive, 11 enti ed onlus ai quali si aggiungono Protezione Civile e  forze dell’ordine dei vari comuni che avranno il compito di chiudere le strade, veicolare il traffico e presidiare gli accessi, il tutto sotto l’occhio vigile della Croce Rossa e del Poliambulatorio Futur di Ostra che si occuperanno dell’assistenza medica.







INSERITE I COMMENTI ALLA NOTIZIA QUI

Fanosport non è responsabile di quanto riportato nei commenti, si raccomanda un linguaggio adeguato. Contenuti volgari, offensivi o non attinenti verranno rimossi.
PRIMA DI ESSERE PUBBLICATI TUTTI I COMMENTI SARANNO VALUTATI DALLA REDAZIONE

Nome*
Indirizzo e-mail*
Domanda sicurezzaCome si dice sì in ingelse? (Per evitare commenti automatizzati SPAM)
Commento*
Non sono presenti commenti per questo articolo.