martedi' 21 maggio 2019
Area riservata
Contattaci
Aggiungi ai preferiti
Fanosport.net
|     21:24:14 - L'ETA BETA ESPUGNA ANCONA     | |     18:21:47 - VIRTUS: BENTORNATA IN SERIE A     | |     19:12:52 - ELEZIONI COMUNALI: LE PROPOSTE DEI CANDIDATI SINDACO     | |     10:20:28 - GIBAM: APPUNTAMENTO CON LA STORIA     |
ELEZIONI COMUNALI: LE PROPOSTE PER LO SPORT DEI CANDIDATI
MASSIMO SERI
In vista della tornata amministrativa del prossimo 26 Maggio, abbiamo rivolto tre domande inerenti lo sport cittadino ad ogni Candidato Sindaco.

Iniziamo il ciclo di risposte con il Sindaco uscente MASSIMO SERI che ringraziamo per la disponibilità:





          1 Quali sono le priorità della futura Amministrazione da Lei presieduta circa le infrastrutture sportive della città?
 
Lavoreremo continuando gli interventi di riqualificazione delle strutture esistenti. In questi 5 anni i lavori si sono concentrati soprattutto nelle emergenze delle palestre comunali e scolastiche che avevano problemi importanti. I prossimi 5 anni vedranno un ragionamento sul tema dei numerosi campi da calcio in città, che sono tanti e ben distribuiti nei quartieri. Si ragionerà sul tema dell’erba sintetica. Le scelte saranno prese in modo partecipato e tramite la consulta.
 
Il nuovo centro natatorio (piscina con 4 vasche) in via di realizzazione da parte della Fondazione CariFano, che era negli obiettivi dell’amministrazione uscente, darà a Fano un servizio importante e atteso da decenni, un impianto moderno e funzionale per tutti, unendo la funzione sportiva a quella riabilitativa. La piscina di Sant’Orso, con tutto il complesso (palestra e tennis) resta importante per accrescere l’offerta e andrà riqualificata e ripensata.
 
Dato per certo l’arrivo della nuova piscina, nel prossimo quinquennio intendiamo anzitutto concentrare l’attenzione nella progettazione e realizzazione di un Palas una nuova, grande struttura polifunzionale, per le esigenze di diverse discipline, per eventi sportivi ma anche per concerti, spettacoli, congressi, ecc., una struttura capace di muovere l’economia turistica tutto l’anno e di cogliere tante opportunità che servono anche da vetrina per Fano. La sua capienza va attentamente calibrata in rapporto alla economicità della gestione.
 
Vista l’importanza dell’atletica come disciplina base per tutti gli sport, occorre inoltre risolvere il problema della tribuna della pista di atletica Zengarini, riqualificando così tutto l’impianto e consentendo di attrarre attività di carattere nazionale e internazionale.
Per la zona trave si porteranno a conclusione i lavori attualmente in gara (nuova palestra Trave e riqualificazione asfalto e recinzione del circuito) e abbiamo, inoltre, in corso un progetto sociale per la realizzazione a Casa Bartoli di una struttura sede della nazionale cantanti.
 
Per quanto riguarda la realizzazione di nuovi impianti l’obiettivo è quelli di aumentare gli spazi per una domanda crescente e nuove aree vanno previste nel nuovo PRG. Intendiamo infine sostenere lo sviluppo di discipline meno conosciute, ma sempre più praticate, favorendo anche la realizzazione di nuovi impianti dedicati, anche con investimenti privati, per calcio a 5 e basket, per la scherma e le arti marziali, per il pattinaggio, per la ginnastica ritmica e artistica, per il rugby, il motocross, per le attività cinofile, per il bike polo, per footgolf, i droni, per velodromo e sport wave. Impianti per il golf e per l’equitazione possono dare ulteriori possibilità di crescita della città.
 
Vanno assecondate eventuali iniziative private per la realizzazione di un nuovo stadio fuori dell’area urbana. Una localizzazione potrebbe essere a Chiaruccia.
 
  1. E' favorevole alla sovvenzione pubblica a favore delle Società e Associazioni sportive cittadine?
Intendiamo proseguire la politica della gestione degli impianti da parte delle società sportive del territorio. In questo campo Fano ha fatto da apripista in provincia: una scelta lungimirante, affinata negli ultimi anni, che ha permesso non solo di “allungare” la vita dei nostri impianti, grazie alla solerte opera dei gestori, ma anche di contenere i costi di gestione degli stessi, favorendo il contenimento delle tariffe e dando la possibilità a tutti di praticare sport. Si continuerà con l’erogazione del corrispettivo ai gestori sulla base delle spese effettuate per la gestione dell’impianto.
 
Lo sport inoltre, è strettamente connesso, in maniera dinamica, al tema del turismo. Da questo punto di vista con un sistema di contributi ed in collaborazione con l’Ufficio Turismo il Comune continuerà il sostegno organizzativo e in parte economico agli eventi che portano atleti da fuori città, a carattere nazionale ed internazionale.
 
Una attenzione particolare in questi 5 anni è stata posta alle 7 associazioni che si occupano di sport e disabilità che hanno continuo bisogno di sostegno organizzativo ed economico. Il comune continuerà a fare da tramite anche nella promozione per far sì che tutta la città conosca queste silenziose ed umili realtà che necessitano di un maggior coinvolgimento anche di sponsor locali.
 
        3)  Lo sport è un valore irrinunciabile, come intenderà declinare nella quotidianità questo principio nel caso diventasse Sindaco?

La città del benessere” è uno dei nostri punti programmatici. Pensare e agire per il benessere del cittadino significa vincolarsi anche alla qualità del governo che la nostra coalizione intende darsi quale condizione necessaria nella propria azione quotidiana. Bisogna operare affinché il maggior numero di persone possibile faccia sport e pratichi il maggior numero possibile di discipline sportive, coniugando quantità, qualità, diversificazione e accessibilità.
L’amministrazione deve anzitutto sostenere lo sport per tutti, facilitandone l’esercizio ad ogni età continuando la promozione di corsi per adulti nelle palestre comunali a prezzi agevolati.
Continueremo con la buona politica dei prezzi con tariffe sociali che ha dato i suoi frutti e viene lodata anche fuori Fano. Si tratta di continuare in fase di bando la richiesta di azione pratiche di sostegno alle famiglie di agevolazioni della quota associativa per le fasce più povere o per famiglie numerose.
Intendiamo promuovere la pratica sportiva degli adolescenti, anche con servizi di trasporto verso gli impianti sportivi.
Intendiamo inoltre continuare (dopo Sassonia, Circuito Marconi e S.Orso e le piste di pallacanestro e calcetto recentemente realizzate in tanti quartieri) la riqualificazione degli spazi verdi per la libera pratica sportiva.
Una attenzione particolare andrà posta nel promuovere l’attività sportiva di persone con disabilità, compresi gli sport “del mare” (vela ecc.), da sviluppare di più per tutti.

Domani le risposte del Candidato a Sindaco 5 Stelle Marta Ruggeri.






INSERITE I COMMENTI ALLA NOTIZIA QUI

Fanosport non è responsabile di quanto riportato nei commenti, si raccomanda un linguaggio adeguato. Contenuti volgari, offensivi o non attinenti verranno rimossi.
PRIMA DI ESSERE PUBBLICATI TUTTI I COMMENTI SARANNO VALUTATI DALLA REDAZIONE

Nome*
Indirizzo e-mail*
Domanda sicurezzaCome si chiama l'animale che miagola? (Per evitare commenti automatizzati SPAM)
Commento*
pf77 scrive:
in 5 anni en hai cumbinat nient... ades co discorri????