giovedi' 14 dicembre 2017
Area riservata
Contattaci
Aggiungi ai preferiti
Fanosport.net
|     20:08:07 - MELANDRI: SIAMO ULTIMI E GIOCO POCO, MA VOGLIO RESTARE...     | |     20:05:08 - CAMPIONATO CSI DI CALCIO A 8     | |     20:02:22 - L'ETA BETA INCAPPA NELLA PRIMA TRASFERTA ESTERNA     | |     16:10:53 - SABATO DI SUCCESSI IN SERIE C     |
L'ETA BETA BLOCCA LA CORAZZATA COBA'
L’Eta Beta continua la sua striscia positiva e nonostante non riesca a vincere in casa raccoglie il suo quinto risultato positivo pareggiando per 2 a 2 contro il Futsal Cobà, squadra accreditata da numerosi addetti ai lavori come “ammazza” campionato

Eta Beta: 

Carpinelli-Bacciaglia-Bei-Bruni(C)-Capotosti-Cirillo-Ettaj-Molini-Palazzi-Pazzaglia-Pietrelli-Severini

 

Futsal Cobà:

Moretti-Quondamatteo-Vitale-Mindoli-Mancini-Bottolini-Sgolastra-Serantoni- Sestili- Bagalini (C) - Magalhaes- Di Gioacchino

Reti:

17° Sgolastra 0-1;//p.t. 2° Bottolini 0-2; 10° Ettaj 1-2; 13° Bei 2-2.

L’Eta Beta continua la sua striscia positiva e nonostante non riesca a vincere in casa raccoglie il suo quinto risultato positivo pareggiando per 2 a 2 contro il Futsal Cobà, squadra accreditata da numerosi addetti ai lavori come “ammazza” campionato e che invece si trova appaiata ai granata al quarto posto in classifica.

Pronti via ed Ettaj ruba palla a metà campo ma solo davanti al portiere calcia clamorosamente fuori mentre qualche minuto dopo e ancora lo stesso giocatore locale a calciare con il medesimo risultato di prima. Per gli ospiti il più pericoloso è Sgolastra ma la sua prima conclusione al volo finisce alta mentre sulla seconda è Carpinelli a deviare in corner; la partita è intensa con le due squadre che giocano a viso aperto e le azioni pericolose si susseguono in ambo i lati, con i fanesi pericolosi di nuovo con Pazzaglia, tenace a recuperare palla ma sfortunato nel trovare una deviazione sul tiro a porta, mentre i fermani scheggiano il palo a metà tempo con la punizione di Vitale. Un minuto dopo anche l’Eta Beta coglie il palo con Bei che sfrutta al meglio un veloce contropiede facendo quasi tutto il campo palla al piede; a circa tre minuti dalla fine sesto fallo dei locali e Sgolastra dal dischetto porta avanti i suoi con la replica dei granata che arriva nell’azione dopo ma Moretti, d’istinto, dice no sulla conclusione di Bei mentre all’ultimo secondo palo centrato anche da Magalhaes che non inquadra la porta da buonissima posizione.

La ripresa si apre con il raddoppio di Bottolini, abile ad anticipare Carpinelli sull’uscita, dopo soli due minuti con la partita che diventa un po’ nervosa a causa delle “cervellotiche” decisione dei due direttori di gara e il primo a farne le spese è l’allenatore dell’Eta Beta che viene espulso mentre parla con il suo collega di panchina in modo educato. I fanesi cercano di reagire e dopo un palo colpito da Sgolastra al 9°, Bei serve Pietrelli che di prima libera Ettaj che riapre la gara siglando la prima rete per i suoi, gol che carica ancora di più i granata che prima centrano due “legni” nella stessa azione con Pietrelli e poi raggiungono il pareggio con la “sassata” di Bei su punizione dal limite. A questo punto l’Eta Beta ci crede e schiaccia gli avversari dentro la propria area ma Moretti, migliore in campo, non si lascia sorprendere nonostante venga più volte impegnato da Bei, mentre al 16°, a salvarlo, è il palo colpito da Pazzaglia; i granata continuano “l’assedio” alla porta ospite ma i due arbitri continuano ad invertire le punizioni e ad ammonire sistematicamente i giocatori locali mentre Moretti continua a parare di tutto fino ad un minuto dalla fine, quando Pietrelli viene ammonito per la seconda volta e quindi espulso per una leggera scivolata; nonostante un giocatore in meno l’Eta Beta stoicamente riesce a mantenere la porta inviolata portando a casa un ottimo risultato.

Grandissima la prestazione dei ragazzi del Presidente Simone Serafini, che hanno compiuto una grande rimonta e hanno rischiato addirittura di vincere contro la formazione più forte del campionato, prestazione che certifica la netta crescita di un gruppo sempre più unito, ma che comunque deve limare ancora qualcosa per essere al top della forma.







INSERITE I COMMENTI ALLA NOTIZIA QUI

Fanosport non è responsabile di quanto riportato nei commenti, si raccomanda un linguaggio adeguato. Contenuti volgari, offensivi o non attinenti verranno rimossi.
PRIMA DI ESSERE PUBBLICATI TUTTI I COMMENTI SARANNO VALUTATI DALLA REDAZIONE

Nome*
Indirizzo e-mail*
Domanda sicurezzaCome si chiama l'animale che abbaia? (Per evitare commenti automatizzati SPAM)
Commento*
Non sono presenti commenti per questo articolo.