venerdi' 22 marzo 2019
Area riservata
Contattaci
Aggiungi ai preferiti
Fanosport.net
|     16:27:14 - ETA BETA CORSARA A PERUGIA     | |     16:19:37 - CAMPIONATI ITALIANI FRISBEE     | |     12:28:27 - SORRIDE IL REAL, STOP PER DELFINO E CUCCURANO     | |     21:55:17 - IL TOLENTINO TRAVOLGE L'ATLETICO ALMA     |
ETA BETA: RITORNO ALLA VITTORIA
L’Eta Beta torna alla vittoria dopo il passo falso della scorsa settimana a Faenza ed è una grande affermazione in quanto i tre punti arrivano contri il Città di Chieti, seconda forza del campionato dietro alla Buldog Lucrezia.
ETA BETA – CITTA’ DI CHIETI 4-2 (0-1)

Eta Beta: 
Bacciaglia-Ragone-Bei-Bruni(C)-Copparoni-Ettaj-Giuliani-Molini-Palazzi-Pieri-Pietrelli-Russo

Città di Chieti:
Cornacchia(C)-DiPietro-D’Ambrosio-Speranza-Correia-Ciammaichella -Pica-Canale-Santacroce-Magalhaes-Blasioli-D’Elisa.

Reti:10° Correia 0-1;//p.t. 4° Canale 0-2; 6° Copparoni 1-2; 15° Ettaj 2-2; 17° Bei 3-2; 18° Giuliani 4-2.

L’Eta Beta torna alla vittoria dopo il passo falso della scorsa settimana a Faenza ed è una grande affermazione in quanto i tre punti arrivano contri il Città di Chieti, seconda forza del campionato dietro alla Buldog Lucrezia.

La prima fase del primo tempo è condotta dagli ospiti che ci provano dopo soli dieci secondi con Di Pietro ma Bacciaglia è subito reattivo e si ripete qualche minuto dopo sulla conclusione di Correia; il primo pericolo per la porta del Chieti arriva quasi a metà della prima frazione di gioco grazie al tiro dal limite di Copparoni, deviato da Cornacchia mentre al 10° arriva la rete di Correia che riceve palla da calcio d’angolo e al volo non lascia scampo a Bacciaglia. Al 12° sesto fallo per gli abruzzesi e tiro libero di Bei che viene parato da Cornacchia mentre un paio di minuti dopo Bacciaglia salva sul tiro di D’Elisa. A circa sei minuti dalla fine del primo tempo arriva l’occasione più grossa per pareggiare con il tiro a girare di Giuliani che si stampa sul palo, con i granata che continuano a spingere alla ricerca del pareggio ma sul tiro di Bei l’estremo difensore abruzzese è ancora decisivo nel parare mentre nell’ultimo minuto di gioco si registrano due pericoli per la squadra fanese, con il contropiede di Correia e Di Pietro che si conclude con un tiro fuori da buonissima posizione e con la traversa scheggiata ancora da Di Pietro.
Nella ripresa l’Eta Beta parte subito all’attacco e si rende pericolosa con Ettaj che lambisce il palo e con il tiro di Russo servito da corner e deviato dal numero uno ospite mentre nell’azione dopo Giuliani, solo davanti al portiere, calcia clamorosamente fuori. Nel momento migliore dei granata e alla prima azione della ripresa del Chieti arriva il raddoppio siglato da Canale che beffa Bacciaglia con un preciso tiro a girare sotto l’incrocio; i ragazzi di Mister Mariotti non demordono e si rifanno sotto con Russo che, servito da Bei, trova ancora sbarrata la porta da Cornacchia mentre al 6° arriva finalmente il gol di testa di Copparoni che sfrutta nel migliore dei modi una respinta corta del numero uno ospite sul tiro da fuori di Pietrelli. Il Chieti si rende ancora pericoloso un paio di minuti dopo con una punizione dal limite salvata da Pietrelli quasi sulla linea di porta mentre al 13° D’Ambrosio scarta anche il portiere ma troppo defilato non inquadra la porta fanese. Al 15° Bei sulla sinistra riesce a mettere sul secondo palo ed Ettaj, in scivolata, ristabilisce la parità, parziale che dura un paio di minuti in quanto Bei recupera palla nella propria trequarti e con il Chieti in campo con il quinto di movimento segna il gol del sorpasso a porta vuota; palla al centro e recupero lampo dei granata con la palla che arriva sui piedi di Giuliani che prima vince un rimpallo e dopo con una “sassata” sotto l’incrocio porta a quattro le reti per l’Eta Beta; a questo punto il Chieti prova un ultimo disperato tentativo per pareggiare una partita quasi compromessa ma rischia di subire un altro gol da Copparoni dalla difesa e sempre con il quinto di movimento e a trenta secondi dalla fine colpisce un palo esterno con Canale.
Vittoria voluta ed ottenuta da tutto il gruppo e grande prova di carattere e grinta che hanno consentito di ribaltare una partita che sembrava scorrere verso un risultato negativo e consapevolezza che se si gioca con un “cuore” così si potranno ottenere altre soddisfazioni nell’arco della stagione. Vittoria dedicata a Lourencete Marcelo e Damiano Iacucci che per problemi personali di vario genere non hanno potuto contribuire, come al solito, alla causa granata.






INSERITE I COMMENTI ALLA NOTIZIA QUI

Fanosport non è responsabile di quanto riportato nei commenti, si raccomanda un linguaggio adeguato. Contenuti volgari, offensivi o non attinenti verranno rimossi.
PRIMA DI ESSERE PUBBLICATI TUTTI I COMMENTI SARANNO VALUTATI DALLA REDAZIONE

Nome*
Indirizzo e-mail*
Domanda sicurezzaCome si dice sì in ingelse? (Per evitare commenti automatizzati SPAM)
Commento*
Non sono presenti commenti per questo articolo.