venerdi' 22 marzo 2019
Area riservata
Contattaci
Aggiungi ai preferiti
Fanosport.net
|     16:27:14 - ETA BETA CORSARA A PERUGIA     | |     16:19:37 - CAMPIONATI ITALIANI FRISBEE     | |     12:28:27 - SORRIDE IL REAL, STOP PER DELFINO E CUCCURANO     | |     21:55:17 - IL TOLENTINO TRAVOLGE L'ATLETICO ALMA     |
L'ETA BETA STENDE IL BULDOG NEL DERBY
L’Eta Beta compie l’impresa di battere la capolista Buldog Lucrezia, squadra che, a parte un pareggio esterno, aveva sempre vinto le sue partite di campionato
BULDOG – ETA BETA 3-8 (1-5)

Eta Beta: 
Bacciaglia- Moreno- Bei- Bruni (C) -Colombati- Copparoni- Ettaj- Molini- Montesi- Pieri- Pietrelli- Russo

Buldog:
Corvatta(C)- Fabbri- Severi- Napoletano- Severini- Marinelli- Polidori-Vitale- Boiani- Burcul- Zago- Skibola

Reti:
2° Ettaj 0-1; 3° Russo 0-2; 12° Zago 1-2; 13° Ettaj 1-3; 15° Ettaj 1-4; 16° Ettaj 1-5//p.t. 6° Skibola 2-5; 7° Bei 2-6; 15° Copparoni 2-7; 17° Corvatta 3-7; 18° Ettaj 3-8.

L’Eta Beta compie l’impresa di battere la capolista Buldog Lucrezia, squadra che, a parte un pareggio esterno, aveva sempre vinto le sue partite di campionato fino ad ora giocate e alla luce della gara odierna impartisce una lezione di calcio ai più quotati avversari surclassandoli in casa propria con la bellezza di otto gol che, tra parentesi, sono gli stessi subiti nelle precedenti nove giornate di campionato fin qui disputate.

La partita prende subito un piega giusta in quanto l’Eta Beta impone il proprio gioco da subito e segna dopo soli due minuti la prima rete con Ettaj che sfrutta con precisione la respinta di Corvatta sul primo tiro di Pietrelli e raddoppia un minuto dopo su schema da calcio d’angolo grazie a Russo; la Buldog non riesce a reagire e i granata si rendono di nuovo pericolosi con Pietrelli che a porta vuota calcia clamorosamente fuori mentre Ettaj un paio di minuti dopo con un gran tiro sfiora l’incrocio dei pali. Una volta riordinate le idee i “cagnacci” si rendono pericolosi con Skibola e soprattutto con Napoletano ma Bacciaglia si supera e mantiene inviolata la propria porta ma deve cedere al 12° quando Zago dal limite area indovina l’angolino giusto e riapre la partita; è solo un “fuoco di paglia” della Buldog, perché un minuto dopo Ettaj di potenza supera un avversario e dal limite area beffa con un preciso pallonetto Corvatta, ripetendosi con altri due gol al 15° e al 16°, grazie agli assist perfetti di Bei in entrambi i casi. Nonostante il pesante passivo la Buldog prova a riaprire la partita ma il tiro di Burcul finisce di poco sul fondo mentre sulla conclusione davanti alla porta a botta sicura dello stesso giocatore croato, Bacciaglia compie un “miracolo” e devia in corner.

La ripresa si apre con l’arrembaggio dei giallo blu locali nella speranza di riaprire una partita quasi compromessa ma Bacciaglia non si lascia superare sulle conclusioni di Burcul prima e su quella di Skibolo dopo, mentre al 4° arriva il secondo giallo per Russo con conseguente espulsione; con i granata in inferiorità numerica arriva la seconda rete dei locali grazie a Skibola che si ritrova solo soletto in area e non ha problemi a trafiggere Bacciaglia. Palla al centro ed Ettaj, quest’oggi imprendibile, testa ancora i riflessi di Corvatta che si rifugia in corner e da cui nasce la rete del 6 a 2 di Bei che sfrutta nel migliore dei modi l’assist di Pietrelli appunto da calcio d’angolo. L’Eta Beta a questo punto della partita comincia a gestire il vantaggio e lascia qualche iniziativa alla Buldog ma Bacciaglia “abbassa la saracinesca” e non si lascia sorprendere e dove non ci arriva ci pensa il palo esterno a negare la gioia del gol a Zago; al 14° l’Eta Beta raggiunge il bonus dei sei falli ma neanche dal dischetto Bacciaglia si lascia sorprendere e respinge di piede il tiro di Skibola mentre un minuto dopo anche Severi finisce anzi tempo negli spogliatoi, espulso per doppia ammonizione e i granata ne approfittano subito andando ancora in rete con Copparoni che, appostato nel secondo palo, riceve da Pieri e con un mezzo colpo di testa porta a sette le marcature degli ospiti. A questo punto Mister Osimani tenta un ultimo disperato tentativo di rimonta con il quinto di movimento ed è proprio Corvatta, su assist dell’ex Severini, a siglare la terza rete per i suoi mentre un minuto dopo è ancora Ettaj a mettere definitivamente la parola fine alla partita siglando la sua quinta rete da centrocampo a porta vuota, con Corvatta lontano dai pali.

Partita perfetta dei ragazzi di Mister Mariotti e gioia indescrivibile a fine partita per aver compiuto un’impresa che rimarrà nella storia dell’Eta Beta in modo indelebile e consapevolezza che, se si affrontano gli avversari in questo modo, nessuna squadra è imbattibile e la salvezza arriverà, si spera, il prima possibile.






INSERITE I COMMENTI ALLA NOTIZIA QUI

Fanosport non è responsabile di quanto riportato nei commenti, si raccomanda un linguaggio adeguato. Contenuti volgari, offensivi o non attinenti verranno rimossi.
PRIMA DI ESSERE PUBBLICATI TUTTI I COMMENTI SARANNO VALUTATI DALLA REDAZIONE

Nome*
Indirizzo e-mail*
Domanda sicurezzaCome si chiama l'animale che abbaia? (Per evitare commenti automatizzati SPAM)
Commento*
Non sono presenti commenti per questo articolo.