martedi' 19 marzo 2019
Area riservata
Contattaci
Aggiungi ai preferiti
Fanosport.net
|     12:28:27 - SORRIDE IL REAL, STOP PER DELFINO E CUCCURANO     | |     21:55:17 - IL TOLENTINO TRAVOLGE L'ATLETICO ALMA     | |     21:39:11 - LA GIBAM CADE IN CASA     | |     10:36:33 - IL S.ORSO NON BRILLA MA NON MOLLA     |
ETA BETA, ECCO IL PRIMO PAREGGIO
Col Chaminade finisce 4-4

Eta Beta: 

Bacciaglia-Moreno-Bei-Copparoni-Ettaj-Giuliani-Lourencete (C)-Molini-Montesi-Palazzi-Pieri-Pietrelli

Chaminade:

Di Camillo-Pietrunti-Mora Dominguez-Ruscica-Gonzales Alonso-Oriente (C)-Nardacchione- Caddeo-Cancio Rodriguez-Vaino-Evangelista-Meneguzzi.

Reti:

4° Bei 1-0; 11° Cancio Rodriguez 1-1 (R); 16° autogol Bei 1-2;//p.t. 6° Lourencete 2-2 (R); 10° Gonzalez Alonso 2-3 (R); 11° Molini 3-3; 16° Cancio Rodriguez 3-4 (R); 17° Lourencete 4-4.

Arriva nell’ultima giornata del girone d’andata il primo pareggio stagionale dell’Eta Beta che impatta in casa contro la Chaminade in una partita con tanti gol e che purtroppo, come spesso succede in questo campionato, le decisioni della terna arbitrale hanno inciso in modo negativo come non mai, riuscendo a rovinare una partita bellissima che ha divertito il numeroso pubblico presente quest’oggi.

Dopo un primo tentativo di Pieri finito alto, alla prima vera occasione l’Eta Beta passa in vantaggio con Bei che chiude una bellissima triangolazione con Ettaj sul secondo palo; appena una manciata di minuti e la situazione della rete si ripete ma questa volta Di Camillo devia in corner. Al 6° primo pericolo per Bacciaglia che devia in angolo un gran tiro da fuori di Cancio Rodriguez mentre un minuto dopo è Giuliani a prendere l’iniziativa ma il suo gran tiro scheggia la traversa e si spegne sul fondo; i granata sono padroni del campo e continuano a spingere alla ricerca del raddoppio ma Ettaj su assist di Pieri cincischia davanti alla porta e perde l’attimo giusto per calciare in porta mentre il rasoterra di Copparoni nell’azione dopo, viene deviato ancor in corner da Di Camillo che si ripete un minuto dopo sulla conclusione di Bei dal limite. A circa metà del primo tempo Gonzalez Alonso calcia da fuori e trova una deviazione ma Bacciaglia con un gran colpo di reni si supera e riesce a deviare ma nel proseguo dell’azione Copparoni commette un netto fallo in piena area e Cancio Rodriguez dal dischetto ristabilisce la parità; nel frattempo comincia lo “show” degli arbitri che fischiano di tutto e di più penalizzando nettamente i granata che al 12° hanno già raggiunto i 5 falli mentre un minuto dopo Pietrelli salta un uomo con un “gioco di prestigio” ma davanti al portiere colpisce un clamoroso palo. I molisani si rifanno sotto al 15° con uno schema su punizione ma Meneguzzi, appostato sul secondo palo, calcia incredibilmente fuori mentre al 16° Giuliani subisce un paio di falli netti senza che l’arbitro fischi e sul successivo contropiede Mora Dominguez mette in mezzo e Bei, nel tentativo di anticipare il pivot ospite, insacca nella propria porta; a 55 secondi dalla fine ennesimo fallo inventato a favore degli ospiti ma Bacciaglia riesce a toccare e deviare in corner il tiro dal dischetto di Gonzalez Alonso, azione che di fatto conclude la prima frazione di gioco.

Il secondo tempo riparte con un tentativo di Bei bloccato da Di Camillo e dal contropiede di Pietrelli che serve Pieri il quale arriva in leggero ritardo e calcia male non impensieriendo l’estremo difensore ospite che al 6° travolge in piena area ancora Pieri lanciato a rete con conseguente espulsione e rigore del pareggio trasformato da Lourencete con un gran tiro sotto l’incrocio. Al 10° contrasto veniale di Giuliani in piena area ed ennesimo errore dell’arbitro che concede un altro rigore alla Chaminade trasformato da Gonzalez Alonso, vantaggio che dura appena un minuto in quanto nell’azione dopo Ettaj serve Molini sul secondo palo e il giovane under 19 ristabilisce la parità; i granata provano a questo punto a vincere la partita ma la conclusione di Giuliani viene deviata di piede da Pietrunti e oltre tutto, come nel primo tempo, l’Eta Beta è carica di falli e al 16° commette il sesto, cosicché ancora Cancio Rodriguez dal dischetto riporta avanti i suoi ma nell’azione successiva Ettaj da corner serve Lourencete che con un preciso tiro a girare fissa il parziale sul 4 a 4. Gli ultimi due tentativi prima della fine della partita sono di Ettaj che non inquadra lo specchio della porta e di Lourencete da fuori che sfiora il palo ma il risultato non cambia e la partita finisce tra le vibranti proteste del pubblico locale contro un arbitraggio che definire scandaloso è solo un eufemismo.

L’Eta Beta chiude il girone d’andata all’ottavo posto in una classifica cortissima dove tra il secondo posto e il terz’ultimo ci sono solamente cinque punti ma rimane comunque abbastanza staccata dalla zona retrocessione anche se per arrivare alla salvezza il prima possibile bisognerà ancora lottare tanto nel girone di ritorno per dimostrare di meritarsi categoria.

Eta Beta: 

Bacciaglia-Moreno-Bei-Copparoni-Ettaj-Giuliani-Lourencete (C)-Molini-Montesi-Palazzi-Pieri-Pietrelli

Chaminade:

Di Camillo-Pietrunti-Mora Dominguez-Ruscica-Gonzales Alonso-Oriente (C)-Nardacchione- Caddeo-Cancio Rodriguez-Vaino-Evangelista-Meneguzzi.

Reti:

4° Bei 1-0; 11° Cancio Rodriguez 1-1 (R); 16° autogol Bei 1-2;//p.t. 6° Lourencete 2-2 (R); 10° Gonzalez Alonso 2-3 (R); 11° Molini 3-3; 16° Cancio Rodriguez 3-4 (R); 17° Lourencete 4-4.

Arriva nell’ultima giornata del girone d’andata il primo pareggio stagionale dell’Eta Beta che impatta in casa contro la Chaminade in una partita con tanti gol e che purtroppo, come spesso succede in questo campionato, le decisioni della terna arbitrale hanno inciso in modo negativo come non mai, riuscendo a rovinare una partita bellissima che ha divertito il numeroso pubblico presente quest’oggi.

Dopo un primo tentativo di Pieri finito alto, alla prima vera occasione l’Eta Beta passa in vantaggio con Bei che chiude una bellissima triangolazione con Ettaj sul secondo palo; appena una manciata di minuti e la situazione della rete si ripete ma questa volta Di Camillo devia in corner. Al 6° primo pericolo per Bacciaglia che devia in angolo un gran tiro da fuori di Cancio Rodriguez mentre un minuto dopo è Giuliani a prendere l’iniziativa ma il suo gran tiro scheggia la traversa e si spegne sul fondo; i granata sono padroni del campo e continuano a spingere alla ricerca del raddoppio ma Ettaj su assist di Pieri cincischia davanti alla porta e perde l’attimo giusto per calciare in porta mentre il rasoterra di Copparoni nell’azione dopo, viene deviato ancor in corner da Di Camillo che si ripete un minuto dopo sulla conclusione di Bei dal limite. A circa metà del primo tempo Gonzalez Alonso calcia da fuori e trova una deviazione ma Bacciaglia con un gran colpo di reni si supera e riesce a deviare ma nel proseguo dell’azione Copparoni commette un netto fallo in piena area e Cancio Rodriguez dal dischetto ristabilisce la parità; nel frattempo comincia lo “show” degli arbitri che fischiano di tutto e di più penalizzando nettamente i granata che al 12° hanno già raggiunto i 5 falli mentre un minuto dopo Pietrelli salta un uomo con un “gioco di prestigio” ma davanti al portiere colpisce un clamoroso palo. I molisani si rifanno sotto al 15° con uno schema su punizione ma Meneguzzi, appostato sul secondo palo, calcia incredibilmente fuori mentre al 16° Giuliani subisce un paio di falli netti senza che l’arbitro fischi e sul successivo contropiede Mora Dominguez mette in mezzo e Bei, nel tentativo di anticipare il pivot ospite, insacca nella propria porta; a 55 secondi dalla fine ennesimo fallo inventato a favore degli ospiti ma Bacciaglia riesce a toccare e deviare in corner il tiro dal dischetto di Gonzalez Alonso, azione che di fatto conclude la prima frazione di gioco.

Il secondo tempo riparte con un tentativo di Bei bloccato da Di Camillo e dal contropiede di Pietrelli che serve Pieri il quale arriva in leggero ritardo e calcia male non impensieriendo l’estremo difensore ospite che al 6° travolge in piena area ancora Pieri lanciato a rete con conseguente espulsione e rigore del pareggio trasformato da Lourencete con un gran tiro sotto l’incrocio. Al 10° contrasto veniale di Giuliani in piena area ed ennesimo errore dell’arbitro che concede un altro rigore alla Chaminade trasformato da Gonzalez Alonso, vantaggio che dura appena un minuto in quanto nell’azione dopo Ettaj serve Molini sul secondo palo e il giovane under 19 ristabilisce la parità; i granata provano a questo punto a vincere la partita ma la conclusione di Giuliani viene deviata di piede da Pietrunti e oltre tutto, come nel primo tempo, l’Eta Beta è carica di falli e al 16° commette il sesto, cosicché ancora Cancio Rodriguez dal dischetto riporta avanti i suoi ma nell’azione successiva Ettaj da corner serve Lourencete che con un preciso tiro a girare fissa il parziale sul 4 a 4. Gli ultimi due tentativi prima della fine della partita sono di Ettaj che non inquadra lo specchio della porta e di Lourencete da fuori che sfiora il palo ma il risultato non cambia e la partita finisce tra le vibranti proteste del pubblico locale contro un arbitraggio che definire scandaloso è solo un eufemismo.

L’Eta Beta chiude il girone d’andata all’ottavo posto in una classifica cortissima dove tra il secondo posto e il terz’ultimo ci sono solamente cinque punti ma rimane comunque abbastanza staccata dalla zona retrocessione anche se per arrivare alla salvezza il prima possibile bisognerà ancora lottare tanto nel girone di ritorno per dimostrare di meritarsi categoria.







INSERITE I COMMENTI ALLA NOTIZIA QUI

Fanosport non è responsabile di quanto riportato nei commenti, si raccomanda un linguaggio adeguato. Contenuti volgari, offensivi o non attinenti verranno rimossi.
PRIMA DI ESSERE PUBBLICATI TUTTI I COMMENTI SARANNO VALUTATI DALLA REDAZIONE

Nome*
Indirizzo e-mail*
Domanda sicurezzaCome si chiama l'animale che abbaia? (Per evitare commenti automatizzati SPAM)
Commento*
Non sono presenti commenti per questo articolo.