lunedi' 17 giugno 2019
Area riservata
Contattaci
Aggiungi ai preferiti
Fanosport.net
L'ALESSANDRIA GIOCA A TENNIS CON L'ALMA
Clamoroso 0-6 casalingo per i granata

Peggior inizio non poteva esserci per l'Alma Juventus Fano nella gara d'esordio del campionato di Seconda Divisione girone A. L'Alessandria passeggia e vince 6-0: risultato senza precedenti nella storia dell'aquilotto, forse sarebbe il caso di scomodare gli almanacchi.

Zeman rinuncia a Cazzola acciaccato e schiera Bongiovanni titolare in attacco insieme a Marolda e Forabosco; in mezzo spazio all'ultimo arrivato Giannusa affiancato da Berretti e Urso mentre la linea difensiva è quella annunciata con Sbardella e Amaranti terzini ai lati di Merli Sala e Colombaretti. In porta Proietti Gaffi è preferito a Beni.
I Grigi rispondono con un 4-3-1-2 in cui Degano è il trequartista alle spalle dei granatieri Ferretti e Fanucchi.

Dopo 10 minuti è subito gol con Fanucchi che di destro realizza, ma le proteste vibranti dei granata nascono da una vistosa trattenuta ai danni di Amaranti non rilevata dall'arbitro Ripa di Nocera Inferiore (sempre lui!!); il raddoppio arriva sette minuti dopo ad opera di Ferretti che al 41' trova la seconda gioia personale con la solita "infilata" subita da una difesa fanese imbarazzante. Partita già finita.

Nella ripresa accademia piemontese e doppietta di Degano che fa da preludio alla gioia personale anche del neo entrato Tanaglia. Il pubblico (circa 700 presenti) sostiene la squadra fino all'ultimo, ma non risparmia Karel Zeman, invitato in più occasioni ad andarsene. Il giovane tecnico non si presenta in sala stampa dove figura solo uno sconsolato Pompilio. Sportivo il mister ospite Cusatis che, nell'ostentare la sua soddisfazione, applaude l'ambiente del "Mancini" dimostratosi caldo anche in una situazione difficilmente verificatasi su un rettangolo di gioco.
Domenica si va a Mantova contro una squadra blasonata reduce da uno 0-3 subito a Forlì: ma così sarà veramente dura. Si sapeva della fatica e anche del valore dell'Alessandria, ma quando la curva dell'Alma invita i giocatori ad onorare la maglia e i tifosi ospiti si alzano per applaudire...è tutto dire.
Termina qua una domenica da incubo in cui trovare il migliore fanese è quasi impossibile: citiamo Urso e Marolda. Sconcertanti Giannusa e Sbardella anche se valutare un'individualità nel marasma odierno rischia di diventare un'impresa.

Nella foto di Tommaso Giancarli una delle tante esultanze dei Grigi


ALESSANDRO MOHOROVICH







INSERITE I COMMENTI ALLA NOTIZIA QUI

Fanosport non è responsabile di quanto riportato nei commenti, si raccomanda un linguaggio adeguato. Contenuti volgari, offensivi o non attinenti verranno rimossi.
PRIMA DI ESSERE PUBBLICATI TUTTI I COMMENTI SARANNO VALUTATI DALLA REDAZIONE

Nome*
Indirizzo e-mail*
Domanda sicurezzaCosa c'è all'opposto del sud? (Per evitare commenti automatizzati SPAM)
Commento*
Non sono presenti commenti per questo articolo.