lunedi' 17 giugno 2019
Area riservata
Contattaci
Aggiungi ai preferiti
Fanosport.net
ALMA KO ANCHE A BUSTO E GADDA SE LA PRENDE COI TIFOSI
Classifica impietosa e serie D ad un passo

Ennesima beffa ed ennesima sconfitta che però questa volta fa rima con retrocessione quasi certa.

L'Alma esce battuta da Busto Arsizio contro la nuova capolista Pro Patria dopo essersi divorata una quantità industriali di palle gol nel primo tempo ed un paio di altre ancora nel finale. Ancora una volta è un Prioetti Gaffi non impeccabile a dare il là al vantaggio locale, mentre alla fine della partita il migliore in assoluto, come del resto accaduto domenica scorsa, sarà il suo collega biancoblu che stavolta risponde al nome di Sala.

Gadda ripropone gli stessi undici di domenica scorsa con la sola variazione di Sbardella al posto di Petti nei tre di difesa mentre Del Core agisce da finto centravanti supportato da Berretti. I bustocchi con Cozzolino e Serafini come punta di diamante offensiva partono bene prima di subire i colpi di un Fano tanto volitivo quanto inconcludente.

Nel giro di pochi minuti Berretti (Sala con riflesso miracoloso a respingere da distanza ravvicinata), Sivieri (palo su gran tiro dal limite) e D'Alessandro (fuori da buona posizione) non concretizzano delle occasioni clamorose. Poi i padroni di casa si fanno vedere dalle parti di Proietti Gaffi procurandosi un gol giustamente annullato per fuorigioco, finchè a ridosso della mezz'ora il consueto fattaccio che condanna l'Alma: spiovente di Cozzolino, uscita a vuoto di Proietti Gaffi e pallone che viene raccolto da Serafini che, sul secondo palo ed in beata solitudine, non deve far altro che appoggiare comodamente  in rete.

Nella ripresa il gioco si fa più farraginoso con i padroni di casa che, pur sbagliando molto in disimpegno, badano a non esporsi a rischi inutili. Il Fano cerca di trovare il pari con gli inserimenti di Tonani, Colombaretti e Marolda ma un campo appesantito dalla fitta nevicata e la conseguente stanchezza rende la vita difficile ai granata. Partita che pare segnata dalla solita ritrosia del Fano a concretizzare finchè, a pochi minuti dal termine, in seguito ad un fallo di reazione in area su Sbardella l'arbitro decreta il penalty per l'Alma. Sul dischetto va Del Core che affossa le residue speranze granata lasciandosi ipnotizzare dal portiere Sala che ne intercetta la conclusione.

Nelle ultime battute di gioco ancora Fano in avanti alla ricerca disperata del pari con una mischia in area che non sortisce effetti e poi, a pochi secondi dallo scadere, la grande chance finale sui piedi di Marolda che approfitta di un passaggio filtrante in area di rigore per presentarsi all'uno contro uno; conclusione bassa e centrale ribattuta dal portire in uscita disperata. Il Fano non segna mai.

Mentre si materializza l'ennesima beffa arrivano le contemporanee vittorie di Rimini, Bellaria e Giacomense che mettono i granata in ginocchio in una classifica che sa tanto di serie D. C'è davvero poco altro da aggiungere: ora anche battere il Rimini domenica potrebbe non servire a nulla.

Nel dopo gara è mister Gadda a trovare un nuovo spunto di riflessione polemizzando apertamente con i supporters granata accusati, a suo dire, di inveire ingiustamente contro i giocatori ed il portiere Proietti Gaffi in particolare.

Dichiarazioni di cui non si può disquisire nel merito ma sicuramente sorprendenti se si considera che sono mosse da un allenatore di una squadra quasi retrocessa nei confronti di una tifoseria che, nel bene e nel male, non hai mai fatto mancare la propria presenza a supporto della squadra.

Altro ingrediente, quello dei tifosi, che si va aggiungere al "minestrone" di dissapori ed accuse che hanno caratterizzato questa fallimentare stagione in casa Alma. Con tutto quanto accaduto, la ricetta confezionata per la probabile retrocessione sembrava già ricca di suo senza che mister Gadda improvvisasse a sorpresa il tocco da "Master Chef" a sette gare dal termine. Propiziare le migliori condizioni per la salvezza è obbligo di tutti, sia dei tifosi che, soprattutto, degli addetti ai lavori. Non sono questi i problemi di cui soffre il Fano, un passo in più verso la serie D.

Di seguito il tabellino del match:

Pro Patria-Fano: 1-0 (1-0 primo tempo)
Marcatore: Serafini al 28’ pt.
 
Pro Patria: Sala, Andreoni, Pantano, Vignali, Nossa, Polverini, Greco (dal 70’ Viviani), Bruccini, Serafini, Giannone (dall’81’ Artaria), Cozzolino.
Allenatore: Aldo Firicano.
 
Fano: Proietti, Sbardella, Amaranti, Sevieri, Fantini, Merli-Sala, Cazzola (dal 67’ Colombaretti), Urso (dal 67’ Tonani), Del Core, D’Alessandro, Berretti (dal 75’ Marolda).
Allenatore: Massimo Gadda.
 
Arbitro: Rossi di Rovigo.

Spettatori 500 circa


Nella foto i tifosi granata presenti a Busto criticati da Mister Gadda

Si ringrazia per l'immagine www.informazioneonline.it

ALESSANDRO MOHOROVICH







INSERITE I COMMENTI ALLA NOTIZIA QUI

Fanosport non è responsabile di quanto riportato nei commenti, si raccomanda un linguaggio adeguato. Contenuti volgari, offensivi o non attinenti verranno rimossi.
PRIMA DI ESSERE PUBBLICATI TUTTI I COMMENTI SARANNO VALUTATI DALLA REDAZIONE

Nome*
Indirizzo e-mail*
Domanda sicurezzaCome si dice sì in ingelse? (Per evitare commenti automatizzati SPAM)
Commento*
Non sono presenti commenti per questo articolo.