lunedi' 17 giugno 2019
Area riservata
Contattaci
Aggiungi ai preferiti
Fanosport.net
L'ALMA NON TIRA QUASI MAI: PLAY OUT PIU' VICINI
Il Modena ottiene al Mancini il punto che cercava
Senza tirare in porta è difficile venire a capo di uno scontro salvezza come quello del Mancini, che metteva di fronte Alma e Modena nel terzultimo turno del campionato di Lega Pro girone B.
Va benissimo ai canarini che sono praticamente salvi, mentre i granata si giocheranno la permanenza in categoria ai play out, salvo imprevisti miracoli delle ultime due giornate.
 
Nel 4-3-1-2 iniziale Cuttone ritrova Carotti in mezzo al campo, schierato con Gabbianelli e Bellemo nel ruolo di interni. In difesa capitan Torta e Zullo sono la coppia centrale affiancati da Lanini e Taino, mentre la novità è in avanti con Melandri preferito a Fioretti al fianco di Germinale con Filippini trequartista.
Difesa a tre per Ezio Capuano, studiata ad hoc per un pareggio che alla fine arriverà senza troppi affanni. Diop e Nolè sono la temibile coppia offensiva che però non causerà troppi grattacapi a Menegatti.
 
Il primo tempo è da sbadigli con zero tiri nello specchio e pochi lampi. I granata soffrono l'organizzazione difensiva degli emiliani e l'unico spunto degno di nota è il doppio giallo non assegnato ad Ambrosini, che Capuano poi lascerà saggiamente negli spogliatoi una volta ricevuta la grazia dal discutibile Sig. Proietti di Terni.
 
Nella ripresa Cuttone rispolvera Fioretti che al 19' rileva un Melandri volenteroso ma poco pungente. Dopo pochi attimi il bomber romano va in gol, ma il suo graffio viene vanificato dalla posizione di off side giustamente segnalata dal direttore di gara. Qualche accellerazione di Diop, Schiavi e Nolè mette in apprensione la retroguardia fanese, ma il dato principale di questo match non cambierà mai: zero parate per Menegatti e per il suo collega Manfredini.
Gli innesti di Schiavini per uno spento Carotti e di Ferrani per Zullo non cambiano le sorti della gara.
 
Peccato perch√® il Ko del Forl√¨ col Bassano ed i pareggi di Mantova, Lumezzane e Teramo, avrebbero reso d'oro un eventuale successo che per√≤ non arriva nonostante la grande forza di volont√† dei ragazzi di Cuttone, usciti tra gli applausi del pubblico, ormai pronto ad essere l'arma in pi√Ļ a Lumezzane, nell'ultima con il Bassano e soprattutto in quei play out che l'Alma ora difficilmente potr√† evitare.

Festeggia con i suoi tifosi (circa 250)  il Modena che invece col pareggio del Mancini si mette praticamente in salvo. Grande il lavoro di Capuano: da quando l'ex tecnico dell'Arezzo si è seduto sulla panchina emiliana, la sua squadra viaggia ad una media punti da play off, confortato anche da un buon mercato invernale.

Domenica prossima ore 17.30 si sale a Lumezzane per vincere e sperare. Mal che vada si cercherà di migliorare la propria posizione negli spareggi salvezza.

 






INSERITE I COMMENTI ALLA NOTIZIA QUI

Fanosport non Ť responsabile di quanto riportato nei commenti, si raccomanda un linguaggio adeguato. Contenuti volgari, offensivi o non attinenti verranno rimossi.
PRIMA DI ESSERE PUBBLICATI TUTTI I COMMENTI SARANNO VALUTATI DALLA REDAZIONE

Nome*
Indirizzo e-mail*
Domanda sicurezzaCome si chiama l'animale che miagola? (Per evitare commenti automatizzati SPAM)
Commento*
Non sono presenti commenti per questo articolo.