lunedi' 20 novembre 2017
Area riservata
Contattaci
Aggiungi ai preferiti
Fanosport.net
|     19:47:16 - L'ATLETICO ALMA SBANCA CASTEL DI LAMA     | |     18:44:26 - IL FANO PERDE ANCORA. ESONERATO IL DS MENEGATTI     | |     18:42:06 - IL REAL GIMARRA PIEGA IL DELFINO E FA SUO IL DERBY     | |     18:38:11 - IL S.ORSO VOLA SU GOL DI RONDINA     |
L’AMMUTINAMENTO
Cuttone fatto fuori dalla squadra
E’ opinione diffusa che i calciatori si atteggino sovente a signorine viziate e che altrettanto spesso incarnino il perfetto figlio di buona donna. Noi non solo apparteniamo a questa corrente di pensiero ma abbiamo finanche acquisito le prove certe e indiscutibili a sostegno del suddetto assioma. Quanto accaduto al buon Cuttone ne è in effetti la fedele dimostrazione, risultato di una biasimevole vicenda che chiama in causa per l’appunto la squadra granata. Non tutta, beninteso, ché non riteniamo i più giovani capaci di arrivare a tanto. Ma i capipopolo, da individuarsi nella cricca dei fin troppo osannati senatori, essi sì, perbacco, hanno visibilmente remato contro, elevando incredibilmente l’allenatore a loro primo nemico. Il motivo lo conoscono solo i protagonisti della squallida rivolta interna ma quale che esso sia non giustificherà mai un comportamento così grave, tradottosi dapprima in atteggiamenti di chiara insofferenza sfociati poi in aperta, eclatante insubordinazione. Nel chiuso dello spogliatoio e, quel che è peggio, pure sul campo, di fronte agli allibiti testimoni di un vero e proprio golpe. In tanti anni che seguiamo le sorti dell’Alma mai avevamo assistito a scene similmente palesi di uno scontro diretto fra il tecnico e i suoi uomini. Il tutto nel censurabile silenzio (o con il complice benestare?) di un presidente che parla troppo e a sproposito quando gli converrebbe tacere e fa invece scena muta  allorché il suo ruolo gli imporrebbe di intervenire con decisione a ristabilire ordine e chiarezza. Per molto meno altri massimi dirigenti del passato (diciamo di Gentili e Iacchini, giusto per citare gente con il pelo sullo stomaco) avrebbero attaccato al muro gli artefici della sommossa e i loro pavidi seguaci. Qui al contrario si assiste imperterriti ad una sollevazione che fa fuori un trainer capace di ricavare molto dal poco messogli a disposizione e che della miseranda situazione attuale è quello con le colpe minori. Il comandante se ne esce comunque a testa alta e stante l’impalpabilità dell’armatore il vascello è ora in mano alla ciurma più becera. Staremo a vedere quale rotta decideranno di seguire gli ammutinati, ammesso e non concesso che abbiano una vaga idea di dove orientare le vele. Certo è che il porto della salvezza lo dovranno adesso raggiungere da soli contro tutti, sputando sudore, lacrime e sangue. Guai a fallire l’obiettivo imprescindibile. Ne va quel poco che resta della loro credibilità di persone.

Sandro Candelora 






INSERITE I COMMENTI ALLA NOTIZIA QUI

Fanosport non è responsabile di quanto riportato nei commenti, si raccomanda un linguaggio adeguato. Contenuti volgari, offensivi o non attinenti verranno rimossi.
PRIMA DI ESSERE PUBBLICATI TUTTI I COMMENTI SARANNO VALUTATI DALLA REDAZIONE

Nome*
Indirizzo e-mail*
Domanda sicurezzaCome si chiama l'animale che abbaia? (Per evitare commenti automatizzati SPAM)
Commento*
Roby scrive:
e quale sarebbe il motivo dell..ammutinamento??
Roby scrive:
E quale sarebbe il motivo dell..ammutinamento se e.. dato a sapersi?