giovedi' 14 dicembre 2017
Area riservata
Contattaci
Aggiungi ai preferiti
Fanosport.net
|     20:08:07 - MELANDRI: SIAMO ULTIMI E GIOCO POCO, MA VOGLIO RESTARE...     | |     20:05:08 - CAMPIONATO CSI DI CALCIO A 8     | |     20:02:22 - L'ETA BETA INCAPPA NELLA PRIMA TRASFERTA ESTERNA     | |     16:10:53 - SABATO DI SUCCESSI IN SERIE C     |
MESTRE-ALMA 1-1: I GRANATA RESPIRANO
Torelli illude, Sodinha risponde
Il Fano porta a casa un punto prezioso dal campo del forte Mestre (Portogruaro) ed acquisisce soprattutto molta fiducia in vista dei prossimi impegni.
 
Brevi manda subito in campo Sosa, solo panchina per Fautario, l'altro ex Modena arrivato in settimana.
L'ex tecnico del Padova (oggi squalificato) può finalmente proporre il "suo" 3-5-2 con Miori in porta, Sosa, Gattari e Ferrani in difesa. Lanini e Torelli sono gli esterni ai lati di Capellupo, Eklu e Lazzari con il tandem Germinale-Fioretti in avanti.
Zironelli schiera il suo Mestre con un 3-4-1-2 che vede Sodinha alle spalle di Beccaro e Spagnoli. Arancioneri reduci dall'exploit di Vicenza, Alma dall'ennesimo KO rimediato col Sud Tirol.
La prima conclusione della gara è di Beccaro che al 3' spara alto un invito di Sodinha.
Risponde l'Alma al minuto 8 con Germinale che a sua volta calcia alto sopra la traversa dopo un disimpegno di Fioretti coadiuvato da Eklu.
Occasione ben più ghiotta per il Mestre due minuti dopo: corner da destra, Germinale allontana sui piedi di Beccaro che al volo spara su un compagno graziando Miori. Ancora Beccaro ci prova pochi attimi dopo ma il suo sinistro termina a lato sotto l'attento sguardo di Miori.
Al quarto d'ora è Spagnolo a provarci da fuori, ma il suo destro termina alto. Alma guardinga che fa fatica a proporsi in avanti, anche se va detto che i ragazzi di Zironelli, nonostante il convincente avvio, peccano e non poco in precisione.
Si arriva alla mezz'ora senza troppe emozioni: Alma che si difende dai "no look" del funambolo Sodinha e prova a ripartire senza però pungere.
Al 31' grande parata di Miori che si distende alla sua sinistra per sventare un colpo di testa vincente di Beccaro; cresce il Mestre. Eklu stende il solito scatenato Beccaro al limite dell'area, punizione battuta male che spalanca il contropiede del Fano che però sciupa un favorevole 3 contro 3 in velocità.
 
Alma in vantaggio al 37' con Torelli. Lancio in avanti senza pretese, clamorosa dormita della retroguardia locale, in particolare del portiere Gagno, che permette al numero 19 granata di entrare in porta col pallone. Alma in vantaggio: regalo da Black Friday!
La risposta degli arancioneri è affidata manco a dirlo a Beccaro che dal limite impegna Miori in tuffo con un destro potente ma non troppo angolato. Al 42' arriva una punizione dal limite per i veneti, calcia Sodinha di sinistro e infila Miori a fil di palo: 1-1 su punizione imprendibile del brasiliano che già lo scorso anno aveva messo a ferro e fuoco la difesa fanese con la maglia del Mantova.
Alma alle corde: Boscolo Papo calcia da lontano, Miori respinge male, bravo Sosa ad evitare il tap in di Beccaro. Sodinha inventa numeri a ripetizione, Eklu lo stende al limite concedendo un'altra ghiotta occasione al Mestre e guadagnandosi il primo cartellino giallo della gara.
Calcia Beccaro, ma stavolta la barriera devia in angolo.
Finisce qua la prima frazione di gioco.
 
La ripresa si apre senza cambi, il Mestre ne farà due in un colpo solo al decimo minuto inserendo Gritti e Zecchin senza variare il 3-4-1-2 iniziale.
La prima occasione della seconda frazione arriva al minuto 13 ed è targata Boscolo Papo che, imbeccato da un altro numero di Sodinha, costringe il sempre attento Miori alla risposta in tuffo.
Al 18' altra occasione per il fatato sinistro di Sodinha, steso al limite da una sportellata di Gattari. Il brasiliano calcia sopra la barriera, ma stavolta Miori ci arriva.
Primi cambi per l'Alma che inserisce Melandri per Fioretti e Masetti per Torelli, l'autore del momentaneo vantaggio granata. Non cambia nulla tatticamente quando mancano 16 minuti più recupero al termine.
Ripartenza pericolosa del Fano al 34' con Melandri che apre per l'accorrente Lanini che calcia di destro in corsa senza centrare il bersaglio grosso.
Il Mestre vuole vincere, la butta sulla bagarre guadagnando però solo ammonizioni e il rosso al suo portiere in seconda Ayoub senza più creare situazioni pericolose. Il Fano tiene bene e porta a casa un punto prezioso sotto tanti punti di vista, ammesso che poi lo stesso punto guadagnato oggi trovi continuità in questo fine girone di andata.
Bene il neo acquisto Sosa, bene anche il nuovo modulo che sembra valorizzare le caratteristiche di vari giocatori della rosa.
Speriamo sia l'inizio di una nuova vita all'interno dell'ennesima stagione iniziata nel peggiore dei modi.
 
Nella foto i tifosi granata saliti a Portogruaro alla faccia di ogni difficoltà






INSERITE I COMMENTI ALLA NOTIZIA QUI

Fanosport non è responsabile di quanto riportato nei commenti, si raccomanda un linguaggio adeguato. Contenuti volgari, offensivi o non attinenti verranno rimossi.
PRIMA DI ESSERE PUBBLICATI TUTTI I COMMENTI SARANNO VALUTATI DALLA REDAZIONE

Nome*
Indirizzo e-mail*
Domanda sicurezzaCome si dice sì in ingelse? (Per evitare commenti automatizzati SPAM)
Commento*
Roby scrive:
Mahh unica cosa buona e.. il punticino, che fa morale, ma per risalire in classifica ci vogliono altre prestazioni. La volonta.. c..e.. stata ma il gioco e.. ancora una cosa che non ci appartiene, buono Sosa che da piu.. sicurezza al reparto, ma tanta imprecisione tanti passaggi sbagliati e schemi inesistenti, Lazzari da cui ci si aspettava tanto mi spiace dirlo ma non ne azzecca una..... speriamo bene comunque sempre FORZA ALMA!!!