giovedi' 18 ottobre 2018
Area riservata
Contattaci
Aggiungi ai preferiti
Fanosport.net
|     22:41:53 - L'ALMA REGALA UN TEMPO E PERDE A TERAMO     | |     20:07:36 - TERAMO-ALMA: I CONVOCATI DI EPIFANI E MAURIZI     | |     09:23:00 - FANO RUGBY CORSARO     | |     09:14:55 - PANCHINE CALDE: CAMBIO A TERAMO E RENATE     |
MI FACCIO UN LIFTING
Sandro Candelora sulle pessime condizioni del "Mancini"
Il prossimo sarà il terzo campionato di seguito che vedrà impegnata l’Alma sull’esclusivo palcoscenico della Serie C. Un sicuro motivo di orgoglio per il club granata, che da patron Gabellini giù giù fino all’ultimo dei supporters ha sudato le proverbiali sette camicie non una ma due volte di fila per salvare la pellaccia e garantirsi ancora il paradiso. Di certo, le ragioni di vanto si estendono anche alla città che dal più che secolare massimo sodalizio fanese si vede rappresentata ai livelli più eccelsi del calcio nazionale. Esauriti peana e osanna, trovano però spazio gli elementi sui quali recriminare non appena si rivolga lo sguardo al teatro che ospita le gesta della squadra.  Il glorioso ‘Mancini’ denota in effetti i segni del tempo e più ancora dell’incuria di chi deve tenerlo in condizioni non pretendiamo scintillanti ma quantomeno dignitosamente presentabili. D’accordo che in giro per lo Stivale c’è molto di peggio ma, perdiana, lo stadio resta il tetro dei nostri sogni e tutti lo vorremmo tirato a lucido una Domenica via l’altra. E va detto che non occorrerebbe poi molto per portare a compimento un’azione di maquillage neppure spinta ma ormai indilazionabile. Peccato che chi dovrebbe vedere e quindi intervenire (ricordiamo che la struttura è di proprietà del Comune) continua ostinatamente a fare l’indiano, senza peraltro rendersi conto che la brutta figura, oltre a farla ricadere sull’intera collettività, la fa in primo luogo lui stesso, venendo meno ad un preciso mandato istituzionale non meno che ad una mera esigenza di buon gusto. E allora, considerato che non c’è peggior sordo di chi non vuole udire, reiteriamo istanze già dette e a suo tempo messe anche per iscritto nella speranza che chi deve capire finalmente capisca. E agisca di conseguenza. Chiunque si trovi a passare davanti alla sacra arena non può non notare che la facciata giace non da oggi in autentiche gramaglie e necessita di una tinteggiatura con urgenza assoluta. Stentiamo a credere che gli uffici preposti non riescano a trovare soldi, vernice e uomini per eliminare uno scempio non più tollerabile. O dobbiamo aspettare che ci pensino gli ultrà, che, ne siamo certi, in mezza giornata di lavoro saprebbero fare  quello che altri rinviano sine die?  E che dire della non più procrastinabile applicazione di una targa che intitoli l’impianto al più carismatico giocatore che ha vestito la casacca granata? Immaginiamo che il buon Lele si stia rivoltando nella tomba di fronte a tanta censurabile ingratitudine… Non sarebbe poi male porre maggior cura ai vialetti interni, in particolare a quello che conduce alla tribuna centrale, asfaltare i camminamenti e non trascurare la pulizia dei servizi igienici. Non si capisce infine perché il secondo ingresso per il pubblico (quello di destra, per intenderci) rimane puntualmente chiuso, creando l’immancabile ressa all’entrata in occasione dei match di richiamo. Realizziamo ancor meno il reale bisogno di creare un settore ospiti così vasto. Ad oggi non è stato mai riempito e la discutibile suddivisione della gradinata (pure la zona cuscinetto sembra sovradimensionata) penalizza di fatto gli spettatori locali, in termini di capienza nonché di visibilità. Come si nota, basterebbe davvero poco per ottenere tanto. Peccato che per certuni anche il minimo sindacale finisca per essere troppo. E così continuano impuniti a non fare praticamente nulla.

Sandro Candelora                 






INSERITE I COMMENTI ALLA NOTIZIA QUI

Fanosport non è responsabile di quanto riportato nei commenti, si raccomanda un linguaggio adeguato. Contenuti volgari, offensivi o non attinenti verranno rimossi.
PRIMA DI ESSERE PUBBLICATI TUTTI I COMMENTI SARANNO VALUTATI DALLA REDAZIONE

Nome*
Indirizzo e-mail*
Domanda sicurezzaCome si chiama l'animale che miagola? (Per evitare commenti automatizzati SPAM)
Commento*
decibel scrive:
impossibile non essere d..accordo, basterebbe veramente poco