martedi' 16 ottobre 2018
Area riservata
Contattaci
Aggiungi ai preferiti
Fanosport.net
|     09:23:00 - FANO RUGBY CORSARO     | |     09:14:55 - PANCHINE CALDE: CAMBIO A TERAMO E RENATE     | |     20:30:33 - ETA BETA: BRUTTA BATOSTA AD ANCONA     | |     17:55:26 - TERAMO-ALMA: INFO PER L'ACQUISTO DEI BIGLIETTI OSPITI     |
ALMA, NON C'E' SCAMPO A PORDENONE
2-1 IL FINALE DI UNA GARA A SENSO UNICO

PORDENONE(4-3-1-2):Bindi; Semenzato, Stefani, Barison, De Agostini; Burrai, Gavazzi, Bombagi; Ciurria (40′ st Bassoli); Magnaghi (17′ st Damian), Candellone. A disposizione: Lonoce, Meneghetti, Nardini, Bertoli, De Anna, Florio,Cotali.
Allenatore: Tesser.

A.J.FANO(3-5-1-1):Sarr; Sosa, Magli, Konaté; Vitturini (43′ st Morselli), Acquadro, Tascone (30′ st Fioretti), Lazzari, Setola (8′ st Cernaz); Selasi (8′ st Lulli); Ferrante. A disposizione: Voltolini, Diallo, Maloku, Celli, Camilloni, Ndiaye, Scimia, Filippini.
Allenatore: Epifani.


Un Fano timido ed incerto esce sconfitto dal Bottecchia di Pordenone con il risultato di 2-1 dopo un primo tempo sottotono ed una ripresa  che, pur avara di emozioni, offre qualche spunto in più.


Subito in salita la gara dei granata già sotto dopo appena nove giri di lancette. Fallo su Magnaghi da fuori area, Si incarica della punizione Burrai la cui conclusione, probabilmente deviata dalla barriera, costringe Sarr ad una respinta problematica, Semenzato è in agguato e da pochi passi insacca. Alla mezz'ora ancora Pordenone con Bombagi che da pochi metri mette a lato un invitante traversone rasoterra di Gavazzi. Il Fano subisce e fatica ad allentare la pressione dei padroni di casa. Il raddoppio è nell'aria e giunge a dieci minuti dal termine della prima frazione con Candellone che prima scalda i guanti a Sarr bravo a respingere, poi sigla il raddoppio su cross di Bombagi.

Nella ripresa l'Alma prova a scuotersi. E' il solito Ferrante a farsi vedere al venticinquesimo con un  sinistro che costringe Bindi alla deviazione in angolo. A tempo scaduto il gol della bandiera granata ancora con Ferrante, l'unico dei granata a farsi vedere in area avversaria e fissare il risultato sul 2-1 per i padroni di casa che, nonostante le assenze (Berrettoni e Germinale in primis), sembrano giocare col Fano come il gatto col topo. Divario tecnico ma non solo, con i giocatori granata che, soprattutto in avvio, sono apparsi troppo incerti e titubanti.


 







INSERITE I COMMENTI ALLA NOTIZIA QUI

Fanosport non è responsabile di quanto riportato nei commenti, si raccomanda un linguaggio adeguato. Contenuti volgari, offensivi o non attinenti verranno rimossi.
PRIMA DI ESSERE PUBBLICATI TUTTI I COMMENTI SARANNO VALUTATI DALLA REDAZIONE

Nome*
Indirizzo e-mail*
Domanda sicurezzaCome si chiama l'animale che abbaia? (Per evitare commenti automatizzati SPAM)
Commento*
Non sono presenti commenti per questo articolo.