mercoledi' 19 dicembre 2018
Area riservata
Contattaci
Aggiungi ai preferiti
Fanosport.net
|     15:00:37 - FINALMENTE LA FLAMINIA     | |     14:57:05 - GINNASTICA: IN GRAN SPOLVERO L'AURORA FANO     | |     14:51:57 - ETA BETA: RITORNO ALLA VITTORIA     | |     14:57:00 - S.ORSO 1980 – URBINO 1-0     |
ALMA, CON L'IMOLESE UN PUNTO FORTUNATO
Fanno tutto gli ospiti: sbagliano un rigore, colpiscono un palo e confezionano l'autogol che regala il pareggio ad un brutto Fano

Fano: Sarr; Vitturini (76’ Diallo), Sosa, Konate (55’Celli), Magli; Tascone (54’ Ndiaye), Acquadro; Lulli (75’ Morselli), Lazzari; Ferrante, Cernaz (dal 70’ Fioretti). A disp.: Voltolini, Maloku, Mancini, Scimia, Setola, Filippini, Selasi. All. Epifani.

Imolese: Zommers; Garattoni, Carini, Boccardi,  Fiore; Bensaja (85’ Mosti), Carraro, Hraiech (46’ Gargiulo); Belcastro (70’ Valentini); Lanini (46’ De Marchi), Rossetti (55’ Giovinco). A disp.: De Gori, Sciacca, Checchi, Tissone, Giannini, Zucchetti, Rinaldi. All. Dionisi.


L'Alma esordisce dinanzi al proprio pubblico rinfrancata dalla buona prestazione infrasettimanale di Bolzano che ha consegnato a bilancio il primo punto  stagionale per i granata. Contro una lanciatissima Imolese mister Epifani propone un 4-3-1-2 con Lazzari avanzato sulla trequarti a supporto di Cernaz e Ferrante. Modulo speculare per i rossoblù di mister Dionisi.

Subito Imolese in avvio con Belcastro che da fuori area testa i riflessi di Sarr bravo a respingere in tuffo il gran destro dell'attaccante ospite. Al quarto d'ora è il Fano a rendersi pericoloso con Konate la cui inzuccata da corner termina di poco a lato. A ridosso del ventesimo il penalty per l'Imolese: Belcastro a lanciare in profondità per Bensaja anticipato maldestramente in area da uno sconsiderato tocco di braccio di Vitturini. Sul dischetto va Belcastro che si lascia ipnotizzare da Sarr che respinge con un tuffo sulla destra. Gran parata e partita che rimane sullo zero a zero. Il pericolo non scuote il Fano ancora balbettante e sopraffatto da un'Imolese padrona del campo, che sfiora ancora il vantaggio: Carraro su punizione crossa in area dove Carini svetta di testa centrando in pieno il palo a Sarr battuto. Allo scadere si rivede l'Alma con Lazzari la cui punizione termina sulla parte esterna del palo alla destra di Zommers. Termina un primo tempo appannaggio degli ospiti dinanzi ad un Fano in evidente difficoltà.

Seconda frazione che riprende il canovaccio del primo tempo con l'Imolese a farla da padrone. L'inevitabile epilogo giunge al quarto d'ora quando il solito Belcastro serve il neo entrato De Marchi che brucia tutta la difesa e da pochi metri non perdona Sarr per il meritato vantaggio ospite. Nonostante le difficoltà i granata hanno subito l'occasione del pari, sciupata da Sosa che da due passi  dalla porta ospite schiaccia di testa facendo schizzare la palla sopra la traversa.

Passato il pericolo l'Imolese torna in pieno controllo del match con l'Alma frenata dai propri limiti di fraseggio e da una eccessiva imprecisione. Quando la gara sembra incanalata verso la sconfitta, gli ospiti decidono di regalare al Fano la rete del pari. Protagonista è il difensore Boccardi che a dieci dal termine devia clamorosamente di testa un cross dalla sinistra verso la propria porta per l'insperato pareggio granata.

Ultimi dieci minuti con il Fano rinfrancato che conduce in porto senza ulteriori affanni un pareggio tanto immeritato quanto prezioso.

Molti, forse troppi gli spunti negativi su cui riflettere dinanzi ad una prestazione al limite dell'imbarazzo in aperto contrasto rispetto all'uscita infrasettimanale di Bolzano che aveva mostrato un'Alma per lo meno ordinata. Contro l'Imolese sono emersi tutti i limiti di un organico che palesa evidenti mancanze sulle corsie esterne nonchè in avanti. Il punto guadagnato è da assegnare alla buona vena di Sarr nonchè alla solidità difensiva che in parte ha tenuto in partita il Fano sino all'inaspettato autogol del pari. Granata completamente inadeguati in fase di proposizione ed in zona offensiva, in assenza una punta centrale, con Fioretti relegato in panchina e Ferrante costretto a gravitare lontano dall'area di rigore; impalpabile Cernaz e con Lazzari che fatica ad esprimersi al meglio avanzato in qualità di trequartista. 

Nota stadio: La pessima prestazione e le condizioni indecorose del Mancini rischiano pesantemente di allontanare ulteriormente un pubblico quest'oggi già esiguo e piuttosto atterrito. Urge una immediata e radicale inversione di tendenza. Su tutti i fronti.


 






INSERITE I COMMENTI ALLA NOTIZIA QUI

Fanosport non è responsabile di quanto riportato nei commenti, si raccomanda un linguaggio adeguato. Contenuti volgari, offensivi o non attinenti verranno rimossi.
PRIMA DI ESSERE PUBBLICATI TUTTI I COMMENTI SARANNO VALUTATI DALLA REDAZIONE

Nome*
Indirizzo e-mail*
Domanda sicurezzaDi che colore è l'erba? (Per evitare commenti automatizzati SPAM)
Commento*
giò scrive:
Non mi è stato possibile farlo prima, contro l..Imolese è stata per noi fanesi nuovamente un..altra sofferenza, tanto per non smentirci, inoltre vorrei fare i complimenti ai responsabili, riguardo l..ordine e la pulizia in tribuna, se ci sono, abbiamo trovato i seggiolini luridi, se almeno fossimo stati informati, avremmo portato da casa ognuno un secchio d..acqua con una spugna. Tutto questo per rispetto e buon costume!...…..
MM74 scrive:
concordo con Fanese,la gradinata resterà lì, come l..ennesimo rudere creato da questa amministrazione,succube de quei oltra el fos,ospedale,tutti gli impianti sportivi e verde pubblico sono sono alcuni esempi eclatanti di come Fano è stata gestita..sempre FORZA ALMA cmq.1300 spettatori presenti a tifar ALMA!!!!non male ma putem fa mej!!!
Fanese scrive:
Che tristezza vedere la gradinata vuota sia in diretta che dalle immagini su sportube .... grazie sindaco, grazie comune !!!