mercoledi' 19 giugno 2019
Area riservata
Contattaci
Aggiungi ai preferiti
Fanosport.net
|     10:17:55 - CIAO E GRAZIE A TUTTI     | |     09:28:32 - DOPO CENTO ANNI L'ALMA SI SPEGNERA'     | |     23:25:36 - ETA BETA: SFUMA IL SOGNO A2     | |     16:08:39 - ANDREA RADICI ANCORA SULLA PANCHINA VIRTUS     |
ALMA-PORDENONE 0-2: KO INGIUSTO CONTRO LA CAPOLISTA
Bindi e l'arbitro tolgono al Fano un risultato positivo
L'Alma decimata e volenterosa perde immeritatamente 2-0 in casa contro la capolista Pordenone e saluta il 2018 con l'amaro in bocca.
 
Epifani deve fare a meno dei tre uomini più esperti della sua rosa ossia gli infortunati Lazzari e Filippini e lo squalificato Sosa. Confermato il 3-5-2 con Konate titolare dietro insieme a Celli e Magli; in mezzo al campo confermata la cerniera centrale composta da Lulli, Tascone e Selasi con Vitturini a destra e Setola a sinistra. Ferrante unica punta appoggiato da Scimia che ha anche il compito di disturbare la fase d'impostazione di Burrai, playmaker neroverde.
 
Turnover per la corazzata di Tesser: nel 4-3-1-2 iniziale spazio davanti al grande ex Germinale in coppia con Candellone, con Bombagi trequartista. Panchina per dei top player per la categoria come Berrettoni, Magnaghi, Ciurria e Misuraca. Tra i pali  l'ex padova Bindi che risulterà essere il migliore in campo.
 
L'inizio è molto promettente per il Fano che aggredisce la capolista e sfiora il gol in due occasioni: al 12' Vitturini vola di testa su un calcio di punizione proveniente da destra e costringe Bindi al miracolo. Tre minuti dopo è la volta di Tascone che calcia dal limite di poco alto.
Nei minuti a seguire sale in cattedra il possesso dello squadrone friulano, ma la cosa principale da registrare sono due cambi forzati, uno per parte: il Pordenone sostituisce Barison con Stefani, pochi minuti dopo , problemi per l'estremo fanese Voltolini rimpiazzato da Sarr.
La prima occasione ospite arriva solo al 34' con Candellone che da pochi passi spara di testa sul portiere granata. La prima frazione termina senza ulteriori azioni degne di nota.
 
La ripresa, che si rivelerà spettacolare e vivace, vede Tesser alzare ulteriormente il baricentro con l'inserimento di Magnaghi per Burrai cui seguiranno poco dopo anche gli ingressi di Ciurria e Berrettoni per Damian e Germinale (praticamente invisibile); la risposta di Epifani è affidata a Cernaz per Scimia e Ndiaye per Selasi. Eppure la prima parata della ripresa è ancora di Bindi, chiamato ad allungarsi su una rasoiata dalla distanza di Ndiaye.
La capolista prova a guadagnare metri contro un Fano organizzato e sempre propositivo in ripartenza: arrivano diverse occasioni da entrambi i lati nel giro di pochi minuti a partire dal minuto 73: prima ci prova Magnaghi con un destro a giro di poco a lato; è poi il turno del neo entrato Acquadro che scuote la traversa di Bindi con un bolide da fuori. La risposta neroverde è affidata ad una punizione centrale ma insidiosa di Ciurria, cui risponde prontamente Ferrante, murato sul primo palo dal solito Bindi.
La beffa arriva al minuto 83: destro da fuori di Ciurria che Sarr non trattiene, sulla sfera si avventa Magnaghi che serve l'accorrente Semenzato che tutto solo deposita in rete.
 
Nonostante la mazzata il Fano reagisce: al 86' è clamorosa la parata di Bindi su Magli che da due passi si fa ipnotiz<zare dall'estremo difensore friulano. Al 91' ancora più clamoroso sembra il contatto in area tra Stefani e Magli su cui l'arbitro ovviamente sorvola, come accaduto ogni volta che determinate tipi di squadre vengono a Fano.
La chiude Magnaghi in contropiede al 94' regalando così al Pordenone addirittura il doppio vantaggio...assurdo per ciò che si è visto in campo.
 
Ora arrivano tre settimane di pausa che serviranno a ricaricare le pile, a recuperare alcuni acciaccati importanti e soprattutto ad inserire al meglio le nuove pedine che arriveranno dal mercato.
 
In questo senso sembra ormai fatta per Filippo Scardina, attaccante (ma non centravanti puro) appena svincolatosi dall'ormai fallito Pro Piacenza. Classe '92, con gli emiliani ha messo insieme 4 reti ed altrettanti assist in questa prima parte di campionato. Per il suo tesseramento si attende solo di risolvere gli iter burocratici del caso.
 
L'Alma tornerà in campo per la seconda di ritorno il 19 gennaio prossimo sul campo della Ternana, altra corazzata che al Mancini la combinò grossa un paio di mesi fa.

Nella foto il saluto tra le due squadre ad inizio gara






INSERITE I COMMENTI ALLA NOTIZIA QUI

Fanosport non è responsabile di quanto riportato nei commenti, si raccomanda un linguaggio adeguato. Contenuti volgari, offensivi o non attinenti verranno rimossi.
PRIMA DI ESSERE PUBBLICATI TUTTI I COMMENTI SARANNO VALUTATI DALLA REDAZIONE

Nome*
Indirizzo e-mail*
Domanda sicurezzaCome si chiama l'animale che abbaia? (Per evitare commenti automatizzati SPAM)
Commento*
Non sono presenti commenti per questo articolo.