mercoledi' 19 giugno 2019
Area riservata
Contattaci
Aggiungi ai preferiti
Fanosport.net
|     10:17:55 - CIAO E GRAZIE A TUTTI     | |     09:28:32 - DOPO CENTO ANNI L'ALMA SI SPEGNERA'     | |     23:25:36 - ETA BETA: SFUMA IL SOGNO A2     | |     16:08:39 - ANDREA RADICI ANCORA SULLA PANCHINA VIRTUS     |
CAOS STADIO MANCINI: NULLA SI E' MOSSO
Il degrado degli impianti sportivi cittadini
"Per la realizzazione della nuova copertura della tribuna abbiamo pensato di utilizzare la finestra che va dal 30 dicembre al 23 gennaio. Questo significa che i lavori inizieranno a dicembre per fare i pali di fondazione in calcestruzzo per le nuove colonne che necessitano 20 giorni per tirare." 

Così si era espresso in data 25 ottobre Cristian Fanesi, Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Fano, circa i lavori di ripristino della copertura della tribuna centrale del Mancini.

Ecco che oggi, 7 gennaio 2019, per le buone intenzioni e la sicurezza ostentata a parole dall'Assessore, è giunto il tempo di misurarsi con la cruda realtà che, malauguratamente per gli sportivi fanesi, racconta una storia ben diversa centrata sull'annosa difficoltà della macchina amministrativa nel rispettare gli impegni assunti. 
Infatti nulla di quanto preventivato è stato portato a compimento e nessun lavoro è stato eseguito ne predisposto con lo scheletro della vecchia tettoia ancora in bella vista solo per garantire il minimo sindacale di copertura - per poche decine di posti - che a norma di regolamento è richiesto alle società professionistiche per disputare le gare interne.

Iter di avanzamento dei lavori che, secondo fonti dell'Amministrazione -da cui siamo ovviamente pronti a raccogliere repliche e chiarimenti- sembra essersi interrotto in seguito alle difficoltà non meglio definite della ditta appaltatrice.

La condizione indecorosa dello stadio Mancini, che oltre ai problemi di copertura è per buona parte inagibile, costituisce la rappresentazione plastica del degrado diffuso delle strutture sportive nella nostra città. L'assenza di una visione complessiva dell'impiantistica sportiva, parcellizzata in minuscoli spazi sul territorio ed in generale vecchia e desueta è conseguenza dell'indifferenza riservata allo sport da parte delle Amministrazioni che si sono succedute negli anni.

A causa della totale assenza di progettualità e volontà politica, Fano negli anni non è mai stata in grado di intercettare -salvo rarissime eccezioni- nemmeno quei finanziamenti a fondo perduto che lo stato mette ciclicamente a disposizione degli Enti e dei Comuni per la realizzazione e ristrutturazione degli impianti sportivi, salvo poi lagnarsi per la mancanza di fondi.

Lo Sport -scritto volutamente in maiuscolo- non è semplicemente un vezzo di cui poter fare a meno.

Lo Sport è innanzi tutto aggregazione, salute ed educazione per le migliaia di giovani della nostra città e l'assenza di investimento in tal senso sfocia inevitabilmente in diffusi problemi di degrado sociale, come la cronaca registra con sempre maggior frequenza.

Lo Sport è un volano economico fondamentale che l'assenza di una adeguata impiantistica rende non fruibile con danni a cascata per tutto il comparto alberghiero e commerciale.

Lo Sport è alla base del patto fra stato e cittadino che a fronte dei tributi e delle imposte versate all'erario ha il diritto di poter praticare attività sportiva e di svago in ambienti sicuri, decorosi ed accoglienti.

Le Amministrative del 26 maggio sono ormai alle porte. L'auspicio di tutti i cittadini è che la prossima Amministrazione, qualunque essa sia, abbia progetti, idee e soprattutto volontà politica di riportare lo Sport cittadino al rango che gli compete, per il benessere di tutta la comunità.

Immagine presa in rete.


 






INSERITE I COMMENTI ALLA NOTIZIA QUI

Fanosport non è responsabile di quanto riportato nei commenti, si raccomanda un linguaggio adeguato. Contenuti volgari, offensivi o non attinenti verranno rimossi.
PRIMA DI ESSERE PUBBLICATI TUTTI I COMMENTI SARANNO VALUTATI DALLA REDAZIONE

Nome*
Indirizzo e-mail*
Domanda sicurezzaCome si chiama l'animale che abbaia? (Per evitare commenti automatizzati SPAM)
Commento*
Fanese scrive:
basti pensare che piccole realta.. del calcio minorile provinciale pesarese, sono state in grado di prendere sovvenzioni per la ristrutturazione di campi da calcio non gravando sulle spese dei comuni .e parlo di cifre ingenti, non di spiccioli.. Solo Fano non è MAI stata in grado di prendere sovvenzioni. Qualcuno dovrà quanto meno metterci la faccia e fare un mea culpa ... ah no, a Fano non usa nemmeno fare delle scuse pubbliche quando si ha palesemente torto, rimane più comodo trovare colpevoli inesistenti !!!
MM74 scrive:
gestione degli impianti sportivi allucinante...senza vergogna..