venerdi' 17 novembre 2017
Area riservata
Contattaci
Aggiungi ai preferiti
Fanosport.net
|     16:20:42 - NEL WEEK END TORNA IL MINIRUGBY     | |     16:16:38 - UN SABATO DI FUOCO PER LE SQUADRE VIRTUS DI SERIE C     | |     19:33:04 - AL VIA IL CAMPIONATO INVERNALE CSI DI VOLLEY     | |     19:29:30 - LIETE NOTIZIE PER I GIOVANI DELL'ALMA     |
KO ESTERNO PER IL FANO RUGBY
Disattenzioni ed infortuni condannano i fanesi
E’ un Fano Rugby in formato legge di Murphy quello che torna da Chieti. L’assioma che dice “che se qualcosa può andar male lo farà sicuramente” calza a pennello ai fanesi che giocano bene, vanno in vantaggio e potrebbero allungare ma alla prima disattenzione vengono puniti e perdono nella fase cruciale del gioco due pedine fondamentali per infortunio.

In queste poche righe è riassunta la terza giornata del campionato di C1 che ha visto il Fano uscire sconfitto per 29-10 da Sambuceto (Chieti) contro il Gran Sasso, una sconfitta che fa scivolare i ragazzi del presidente Giorgio Brunacci all’ultimo posto in classifica.

L’equilibrio della gara si rompe introno al quarto d’ora con i padroni di casa che passano in vantaggio. Fano però tiene bene il campo e grazie alla meta di Matteo Fulvi Ugolini cinque minuti più tardi e al calcio di punizione sul finale, chiude la prima frazione avanti per 7-10.

Nella ripresa accade l’imprevedibile. Pronti-via e la grave disattenzione dei rossoblù consente ai padroni di casa di portarsi avanti per 12-10. Nemmeno il tempo di riassestarsi che a diventare protagonista è l’infermeria fanese nel quale sono costretti ad accomodarsi Luca Martinelli e Federico Cazzanti che abbandonano anzi tempo la contesa nella fase cruciale del match.

Fano potrebbe comunque rimettere la freccia ma prima gli avanti ospiti si fermano a pochi centimetri dalla linea di meta dopo una bellissima azione, poi Alessandro Gasparini sbaglia il calcio di punizione del possibile 12-13 facendo aleggiare lo spettro nell’aria di una domenica nefasta.

Il Gran Sasso approfitta di tutte queste componenti sfavorevoli al Fano e nel finale dilaga chiudendo per 29-12 nonostante la ricerca del Fano di trovare quella segnatura che avrebbe significato il punto bonus.

“E’ un periodo che ci gira storto”. Questo il laconico commento di Walter Colaiacomo che però non si abbatte: “La squadra lotta su ogni pallone – aggiunge – e prima o poi arriveranno i risultati sperati”.

foto di repertorio







INSERITE I COMMENTI ALLA NOTIZIA QUI

Fanosport non è responsabile di quanto riportato nei commenti, si raccomanda un linguaggio adeguato. Contenuti volgari, offensivi o non attinenti verranno rimossi.
PRIMA DI ESSERE PUBBLICATI TUTTI I COMMENTI SARANNO VALUTATI DALLA REDAZIONE

Nome*
Indirizzo e-mail*
Domanda sicurezzaCome si dice sì in ingelse? (Per evitare commenti automatizzati SPAM)
Commento*
Non sono presenti commenti per questo articolo.